headerphoto
Eventi
È stato inaugurato un laboratorio di pittura creativa nel cortile di Casa Benedetta Cambiagio Onlus: si chiama “L'arte è Vita” e sta accompagnando le nostre ragazze alla scoperta del disegno, dei colori e delle diverse tecniche pittoriche. L'obiettivo, come spiega l'educatore responsabile del progetto, è quello di: «Dare spazio alla dimensione affettiva delle ragazze, ai loro vissuti, alle loro paure e ai loro sogni, incanalando tutte queste energie nella creazione artistica. È anche l'occasione per stare insieme, collaborare e imparare a utilizzare gli strumenti della pittura». Vogliamo ringraziare il Lions Club Pavia Host che, con una donazione, ha consentito l'acquisto di tele, pennelli, colori e tutto il materiale necessario alla realizzazione dei quadri. Il progetto è nato in collaborazione con l'UCAI, Unione cattolica artisti italiani, e nei prossimi mesi porterà alla realizzazione di una mostra condivisa.


Collaborare affinché le strutture che operano a supporto della fragilità non siano isolate. Martedì 28 maggio 2024 i candidati sindaci si sono ritrovati a Casa Benedetta Cambiagio Onlus, in via San Giovanni in Borgo 7, per un dibattito elettorale strutturato in maniera diversa rispetto al solito. In prima fila sono stati fatti accomodare Alessandro Cantoni (FdI, Fi, Lega, Pavia Ideale, Pavia Prima), Michele Lissia (PD, M5S, Azione, Pavia a Colori, Cittadini per Pavia, Facciamo Centro, Italia Viva al centro, Alleanza Verdi Sinistra), Francesco Signorelli (Potere al Popolo), Paolo Walter Cattaneo (Rifondazione Comunista) e Francesco Grisolia (Partito Comunista dei Lavoratori), mentre sul palco sono saliti gli operatori del terzo settore pavese. Tre le relazioni proposte: Casa del Giovane, Casa Benedetta Cambiagio Onlus e Caritas. Oltre cento persone hanno seguito il dibattito, presenti numerosi rappresentanti di onlus e associazioni che operano in città. «In città mancano bagni pubblici, necessari anche per i turisti, docce e lavanderia per i senza fissa dimora. Per le donne in grave disagio occorrono posti letto. I dormitori attuali sono solo maschili – ha ricordato Michela Ravetti, responsabile di unità Casa del Giovane –. Occorre un collegamento più stretto e veloce  tra Serd, Cps, e servizi sociali. Urge ripristinare l'ufficio Beni Comuni, che raggruppava le iniziative di volontariato e di partecipazione attiva dei cittadini». Serve, secondo i relatori una risposta coordinata: intercettare il disagio, favorendo percorsi più fluidi. Così Maria Assunta Zanetti, cda Casa Benedetta Cambiagio Onlus: «Occorre trovare insieme percorsi integrati, risolvendo i tempi d’attesa e gli ostacoli per progetti educativi, inserimento scolastico e inserimento lavorativo per gli ospiti delle comunità. Strutture come le nostre danno risposte al disagio sociale, sono realtà positive per la città, contribuiscono alla riparazione del disagio e alla sua prevenzione». Don Franco Tassone, direttore Caritas Pavia, ha aggiunto: «Bisogna dare entro l’anno la possibilità di un dormitorio femminile. In un quadro generale problematico, le donne soffrono maggiormente la crisi sociale e sanitaria. Pavia non è una città per giovani, mancano spazi nei quali i giovani possono esprimere il loro protagonismo, le loro abilità e la loro creatività e sono insufficienti i servizi di aggregazione e di accompagnamento verso l'autonomia». Solo dopo gli interventi degli operatori i candidati hanno avuto cinque minuti di tempo per presentare ciascuno la propria idea di Pavia non-profit. L’incontro è stato moderato dal giornalista Giacomo Bertoni.
Leggi la notizia


Ascolta qui il convegno del 18 maggio 2024: "Fragilità e giustizia riparativa, la voglia di ricominciare". Sala degli Affreschi, Collegio Borromeo, Pavia.


È possibile ricominciare dopo aver attraversato situazioni di fragilità, violenza o criminalità? Sì, è possibile. E lo dimostrano le esperienze di Casa Benedetta Cambiagio Onlus e del Centro Servizi Formazione cooperativa sociale, strutture che quotidianamente operano sul territorio pavese per offrire educazione, formazione, prevenzione e riparazione del disagio. Strumento essenziale di questo lavoro è la giustizia riparativa, che affonda le proprie radici in un principio educativo ben preciso: nessuno è perduto per sempre, vale sempre la pena di reinvestire sulle persone. Sabato 18 maggio 2024 alle ore 10, nel Salone degli Affreschi del Collegio Borromeo, Casa Benedetta Cambiagio Onlus e Centro Servizi e Formazione si raccontano alla città. Interverranno: Manuela Cibellis (CSF), Maria Assunta Zanetti (Casa Benedetta Cambiagio Onlus) e Duilio Loi, giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Milano, che presenterà storie di giovanissimi autori di reato che hanno saputo costruirsi una nuova vita, libera dalla criminalità. A moderare la tavola rotonda Sara Bettoni, giornalista del Corriere della Sera. Al termine della conferenza, tutti i presenti sono invitati al rinfresco che si terrà nel cortile di Casa Cambiagio (via San Giovanni in Borgo 7, a pochi passi dal Collegio Borromeo).

Leggi la notizia
AgenSir: Disagio: Pavia, sabato 18 maggio il convegno “Fragilità e giustizia riparativa, la voglia di ricominciare”
Il Ticino: "Casa Cambiagio e CSF insieme contro il disagio"
la Provincia Pavese: "Ripartire dopo una condanna esperti e volontari a confronto"
Avvenire di Calabria: Pavia, sabato 18 maggio il convegno “Fragilità e giustizia riparativa, la voglia di ricominciare”
Corriere della Sera: A Pavia il convegno «Fragilità e giustizia riparativa, la voglia di ricominciare»: storie di rinascita possibile
Il Giorno: Casa Cambiagio. Aiuto concreto ai minori in crisi


Martedì 30 aprile 2024 una rappresentanza di Casa Benedetta Cambiagio Onlus ha partecipato alla Festa del Lavoro organizzata dalla Pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Pavia all’interno della Scuola di Cittadinanza e Partecipazione. L'evento si è svolto nella sede di SEA Vision, azienda pavese che opera nel mondo dei sistemi di visione e offre soluzioni per il controllo dei farmaci durante il processo di confezionamento. Il dibattito, aperto dal vescovo di Pavia Corrado Sanguineti e moderato da don Franco Tassone (Pastorale sociale e del lavoro), ha visto gli interventi di Michele Cei (Ceo di SEA Vision), Marta Sempio (presidente di Confagricoltura Pavia), Giovanni Merlino (commissario straordinario della Camera di commercio di Pavia) e Antonella Zucchella (professore ordinario di economia e gestione delle imprese). All'evento hanno partecipato i rappresentanti di diverse realtà politiche, imprenditoriali e del terzo settore della città.

 


Saranno le esperienze degli operatori, e non le parole della politica, le protagoniste del dibattito con i candidati sindaci di Pavia in programma martedì 28 maggio 2024 alle ore 21 nella sede di Casa Benedetta Cambiagio Onlus (via San Giovanni in Borgo 7). La serata sarà aperta da tre relazioni a cura di don Franco Tassone, Caritas Pavia, Maria Assunta Zanetti, Casa Benedetta Cambiagio Onlus, e Michela Ravetti, Comunità Casa del Giovane. A seguire, i rappresentanti delle realtà del terzo settore segnaleranno opportunità e bisogni delle strutture. In chiusura, ogni candidato sindaco avrà modo di presentare la propria idea di “Pavia non-profit”.

Pavia, dibattito con i candidati sindaci a Casa Benedetta Cambiagio Onlus

 


Oltre duecento persone hanno partecipato domenica 21 aprile 2024 alla Smile Walk, camminata dedicata al benessere e alla socializzazione che si è svolta tra le vie del centro storico di Pavia. Tra i partecipanti anche alcune ragazze e mamme con bambini ospiti di Casa Cambiagio. Il ritrovo alle 16.30 in piazza Duomo, dove sono state distribuite le magliette e le cuffie per ascoltare la musica. La camminata infatti è stata “in silent”: solo i partecipanti sentivano le canzoni e le indicazioni degli istruttori. Alle 17 la Smile Walk ha preso ufficialmente il via da piazza Duomo, con il riscaldamento sulle note di “Sinceramente”, brano portato da Annalisa all’ultimo Festival di Sanremo. Grande entusiasmo e soddisfazione di Sara Garlaschini, l’organizzatrice, che ha commentato: «La Smile Walk è stata un successo, dai partecipanti abbiamo raccolto tanti complimenti e tanto entusiasmo. Sono molto felice e non vedo l’ora di ripetere l’esperienza il 15 settembre, ovviamente le ospiti di Casa Cambiagio sono invitate già adesso». Quest’anno alla Smile Walk hanno partecipato anche alcune ragazze e mamme con bambini ospiti di Casa Cambiagio, la struttura di via San Giovanni in Borgo che accoglie giovani donne provenienti da contesti di fragilità e violenza. Presente in piazza duomo Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus: «Le nostre ragazze devono essere sempre più protagoniste della vita di Pavia, siamo felici di vederle partecipare a questa iniziativa».

Foto di gruppo Smile Walk 21 aprile 2024 Pavia

Il riscaldamento in piazza Duomo con il brano Sinceramente di Annalisa

La sosta in piazza Vittoria con il momento dedicato alla Zumba


Domenica 21 aprile 2024 le ospiti di Casa Cambiagio parteciperanno alla Smile Walk, passeggiata del benessere che si svolgerà per le vie del centro di Pavia. Ritrovo alle ore 16.30 in piazza Vittoria e camminata di 4km tra piazza Duomo, Strada Nuova, Ponte Coperto, piazza Vittoria, cupola Arnaboldi e piazza Leonardo da Vinci.

 


Il soprano del XX secolo. Una donna determinata, forte e fragile. Un’icona di stile, capace di lasciare una firma indelebile nel teatro, nella moda e nello spettacolo. Una diva capace di farsi conoscere e amare anche da chi non è assiduo frequentatore dei teatri. Giovedì 18 aprile 2024, alle ore 17 a Casa Cambiagio, si terrà “Maria Callas: la Divina”, terzo e ultimo appuntamento di “Viaggio nella musica”, ciclo d’incontri a cura del maestro Walter Casali. “Viaggio nella musica” è realizzato in collaborazione con il Rotary Club Pavia. «Maria Callas è una voce senza tempo», spiega Casali, che negli incontri precedenti ha accompagnato il pubblico alla scoperta dell’Opera, dal Recitar cantando a Giuseppe Verdi fino a Giacomo Puccini, con una conferenza speciale in occasione dei 100 anni dalla morte del compositore. «La Callas è stata il soprano del XX secolo. Ricordando le grandi interpreti dell'800 ha riportato la grande lirica al decennio aureo degli anni '50», ricorda Walter Casali. Il nome di Maria Callas è conosciuto e apprezzato anche da chi non segue l’Opera: le notizie sulla sua vita privata travagliata e le voci sul suo carattere difficile hanno sempre catturato l’attenzione dei giornali, contribuendo a creare un vero e proprio mito, con misteri e leggende. Ma giovedì 18 aprile protagonista sarà la musica, anticipa Walter Casali: «Ascolteremo incisioni storiche delle migliori registrazioni che la cantante ci ha lasciato come eredità immortale». Appuntamento a Casa Cambiagio, in via San Giovanni in Borgo 7, alle 17.


Sabato 6 e domenica 7 aprile 2024 Casa Cambiagio ha ospitato il corso di aggiornamento E.C.M. “Declino cognitivo, malattie neurodegenerative”, responsabile scientifico Stefano M. Candura, ordinario di Medicina del lavoro all’università degli studi di Pavia. L’evento, organizzato da We for You, è stato occasione di formazione e confronto per diversi medici, in prima linea nella diagnosi e nella cura delle malattie neurodegenerative. Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, e suor Germana M. Marelli, superiora della comunità pavese delle suore Benedettine della Provvidenza, hanno accolto i partecipanti al corso e hanno presentato le attività di Casa Cambiagio.


 

Giovedì 21 marzo 2024, alle ore 17 a Casa Cambiagio, si torna a viaggiare nella musica con “Giacomo Puccini 1924-2024: 100 anni dalla morte del grande compositore”. L’evento è curato dal maestro Walter Casali, musicista classico, già direttore del Conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza e del Vittadini di Pavia, ed è realizzato in collaborazione con il Rotary Club Pavia. «Nell'incontro del 21 marzo, primo giorno di primavera, onoreremo il centenario della morte di Giacomo Puccini, avvenuta nel 1924 – anticipa Walter Casali –. Lo faremo ascoltando arie e brani del grande compositore, tratti dalle sue opere più conosciute come la Manon Lescaut, Bohème, Tosca, Madama Butterfly e la Turandot. Approfondiremo le vocalità degli interpreti pucciniani proponendo video storici». Non è necessario essere grandi esperti di Opera per partecipare agli incontri di “Viaggio nella musica”, ricorda Walter Casali: «Puccini è molto popolare nell'immaginario collettivo perché la sua musica tocca profondamente le corde delle emozioni di ognuno di noi. Le sue melodie arrivano direttamente al cuore passando attraverso diversi stati d’animo, permettendoci di rivivere sensazioni e emozioni dei protagonisti delle opere». Appuntamento a giovedì 21 marzo alle ore 17, salone suor Valeria Montrasio di Casa Cambiagio, via San Giovanni in Borgo 7.

 


 

A Pavia continuano gli eventi dedicati alla riscoperta di santa Benedetta Cambiagio Frassinello. Domenica 10 marzo 2024, nella sala del commiato del cimitero monumentale, si è tenuta la conferenza “Le donne del Famedio: una missione di amore e generosità”. Jessica Maffei (università di Pavia, divulgatrice) ha guidato i presenti tra le storie di cinque donne che hanno segnato la storia della città e si sono distinte per il loro apporto culturale, artistico e solidale: Andriola de Barrachis, Laura de Bossi, Bianca di Savoia, Maria Salazar Beccaria e Benedetta Cambiagio Frassinello. L’evento era parte di “Cimitero monumentale. Un museo a cielo aperto”, ciclo di conferenze e visite guidate a cura dell’assessorato ai servizi cimiteriali del comune di Pavia. Martedì 12 marzo, nella sala conferenze del Carmine, si è tenuta la conferenza “Benedetta Cambiagio. Un illuminante esempio di filantropia al femminile”. Renata Crotti (già docente all’ateneo pavese di Storia medievale) ha ripercorso la storia di questa giovane donna giunta a Pavia da Langasco, un piccolo paesino della Liguria. Una storia che dal 1826 parla di accoglienza, educazione, istruzione, aiuto concreto alle giovani donne provenienti da contesti di fragilità e violenza. L’evento era parte di “Storie di donne a Pavia”, ciclo di conferenze a cura della Società Pavese di Storia Patria.
Leggi la notizia
La Provincia Pavese: “La conferenza sulle (poche) donne ricordate nel Famedio del cimitero di Pavia”

 

 


 

Creare un Tavolo permanente con i rappresentanti delle istituzioni locali, delle scuole e dei centri di formazione per trovare risposte concrete ai bisogni delle giovani donne provenienti da contesti di fragilità e violenza. È questo l’obiettivo che Cisl Scuola e Formazione Pavia-Lodi e Casa Benedetta Cambiagio Onlus si sono poste al termine di “Fragilità al femminile: una rotta comune per un porto sicuro”. L’evento, pensato per la Giornata internazionale della donna, si è svolto a Casa Cambiagio martedì 5 marzo 2024. «In tutto il mondo esiste ancora una disparità lavorativa fra uomini e donne – ha detto Elena Maga, Cisl Scuola e Formazione Pavia-Lodi –, ci sono donne vittime di violenza e molestie, ci sono donne che non denunciano, ci sono donne che rinunciano alla maternità o al secondo figlio per paura di perdere il lavoro o per assenza di servizi. Ma siamo fragili noi? No, la fragilità non è fisiologica, viene invece dal sistema sociale, politico e culturale. Non servono più quote rosa, serve uno sguardo partecipato e condiviso, che sappia tenere insieme maschile e femminile, valorizzandone le peculiarità». Quale testimonianza da Casa Benedetta Cambiagio Onlus? «La nostra struttura è un porto sicuro per ragazze che si ritrovano sole nel mare in tempesta – ha spiegato Maria Assunta Zanetti, docente dell’ateneo pavese e membro del cda della Onlus –. La Casa mette al centro la persona con i propri bisogni, ripara e mette al sicuro, prepara a tornare in mare aperto. Le ragazze qui ospitate hanno alcuni bisogni fondamentali: scuola, salute, servizi e sicurezza. Per rispondere a questi bisogni serve costruire una rete coinvolgendo istituti scolastici, ospedali, istituzioni e forze dell’ordine». All’evento hanno partecipato Fabrizio Fracassi, sindaco di Pavia, Anna Zucconi, assessore ai servizi sociali, Chiara Valsini, assessore all’istruzione, Antonella Carena, dirigente comunale settore servizi sociali, politiche abitative e sanità, monsignor Luigi Pedrini, vicario generale della diocesi di Pavia, Daniele Bonomi, dirigente scolastico del Cpia di Pavia, e diverse persone tra dirigenti scolastici, docenti, rappresentanti sindacali e volontari. Tutti hanno offerto la massima disponibilità a sedersi attorno a un tavolo per far quadrare bisogni e risposte, necessità e possibilità. I tanti messaggi delle istituzioni e delle scuole che non hanno potuto essere presenti a causa di impegni concomitanti hanno raccontato interesse sincero per l’iniziativa.
I video del convegno (a cura di Stefano Granata, Cisl Scuola e Formazione Pavia-Lodi)
Leggi la notizia
La Provincia Pavese: “Persone fragili e il loro futuro «Serve rete di collaborazione»”
Il Giorno: “Fragilità al femminile. L’aiuto si fa concreto”
Vedi il servizio
Milano Pavia TV: “Cisl Pavia e Casa Benedetta Cambiagio insieme per aiutare le donne vittime di violenza”

 


 

Cisl Scuola Pavia-Lodi e Casa Benedetta Cambiagio Onlus, in occasione della Festa della Donna, invitano i rappresentanti delle istituzioni e le realtà formative del territorio a un tavolo dedicato a ragazze e donne in situazioni di fragilità. L’obiettivo è individuare insieme un percorso per aiutare ragazze e donne che stanno vivendo situazioni di difficoltà e fragilità a riprogettarsi grazie a risposte concrete che le realtà pavesi possono offrire facendo rete. L’incontro “Fragilità al femminile: una rotta comune per un porto sicuro” è in programma martedì 5 marzo 2024, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, a Casa Cambiagio in via San Giovanni in Borgo 7. Crediti formativi per personale scolastico. Casa Cambiagio accoglie bambine, ragazze e giovani mamme provenienti da contesti di fragilità e violenza: offre loro una casa e, attraverso l’educazione e la scuola, le aiuta a costruirsi un futuro migliore. Ma come aiutare queste giovani donne anche al termine del loro percorso nella struttura? Serve una rete composta dalle istituzioni, dalla scuola e dalle realtà che si occupano di formazione. Cisl Scuola Pavia-Lodi si propone come mediatore per attivare un dialogo tra gli attori della formazione.

Locandina "Fragilità al femminile: una rotta comune per un porto sicuro"
Comunicato stampa "Fragilità al femminile: una rotta comune per un porto sicuro"


 

Sabato 24 febbraio 2024 Casa Benedetta Cambiagio Onlus ha partecipato alla cerimonia solenne di iscrizione al Famedio del Cimitero Monumentale di Pavia di quattro pavesi illustri: Plinio Fraccaro, rettore dell’Università, Mino Milani, scrittore, Vittorio Necchi, industriale, e Angelo Grilli, scultore. La cerimonia è stata presentata da Barbara Longo, assessore ai servizi cimiteriali di Pavia. Erano presenti i rappresentanti delle istituzioni locali e di diverse realtà del territorio. Nel Famedio, tra le personalità che hanno segnato in modo indelebile la storia di Pavia, è ricordata anche Benedetta Cambiagio Frassinello. E proprio di Benedetta si parlerà domenica 10 marzo 2024 (ore 15) alla conferenza “Le donne del Famedio: una missione di amore e generosità”, a cura di Jessica Maffei.

 

Leggi la notizia
La Provincia Pavese: "Un museo a cielo aperto, tornano visite e concerti al cimitero Monumentale di Pavia"
Vedi il servizio
Milano Pavia TV: "Pavia, quattro nuovi nomi nel Famedio del Cimitero Maggiore: sono Necchi, Fraccaro, Milani e Grilli"

 


 

Un viaggio alla scoperta del Museo della Scienza e della Tecnologia – Leonardo da Vinci in ricordo di Angela Motta. Martedì 13 febbraio 2024 Casa Cambiagio ha organizzato un’uscita a Milano per ricordare la volontaria recentemente mancata dopo una lunga malattia. «Dopo la morte di Angela Motta abbiamo ricevuto diverse offerte in sua memoria – spiega Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus –, così abbiamo deciso di destinarne una parte per un evento dedicato alle nostre ospiti». Sito in via San Vittore, è il più grande museo tecnico scientifico d’Italia, uno dei più grandi d’Europa. «All’uscita hanno partecipato le ragazze che maggiormente si impegnano nello studio e nelle attività proposte dalla Casa, su indicazione delle educatrici che le seguono quotidianamente – ricorda Paolo Bresciani –. La giornata a Milano è diventata così uno stimolo ma anche un premio, una ricompensa per la buona volontà dimostrata». Diverse le sezioni del museo che hanno catturato l’attenzione delle ospiti di Casa Cambiagio, particolare emozione l’ha suscitata il piano dedicato allo spazio, dove le ragazze si sono soffermate a osservare un frammento di Luna, donato nel 1973 dal presidente americano Richard Nixon all’Italia. Proprio lì, mentre osservava telescopi e satelliti, una giovane ospite ha confidato che da grande le piacerebbe diventare astronoma. Casa Cambiagio continua a ricordare Angela Motta, aggiunge infine il presidente Bresciani: «A breve intitoleremo uno spazio della Casa a questa volontaria che tanto ha fatto per aiutare le nostre ospiti. Desideriamo che rimanga un segno permanente del suo passaggio e della sua generosità».

Il Museo della Scienza e della Tecnologia è il più grande museo tecnico-scientifico d'Italia
Le ospiti di Casa Cambiagio visitano la sezione del Museo dedicata all'alluminio

 

Attenzione: il bando del Servizio Civile Universale 2024 è stato prorogato di una settimana. C’è tempo fino alle ore 14 di giovedì 22 febbraio per presentare la propria candidatura. Casa Benedetta Cambiagio Onlus cerca tre giovani tra i 18 e i 28 anni. Tutte le info qui.

 


 

 

Un viaggio fatto di musica e parole nella storia del Melodramma, alla scoperta del mondo dell’Opera e di due protagonisti indiscussi del teatro: Giacomo Puccini e Maria Callas. Si apre giovedì 29 febbraio 2024 alle ore 17, nel salone suor Valeria Montrasio di Casa Cambiagio (via San Giovanni in Borgo 7), il ciclo di incontri “Viaggio nella musica”, a cura del maestro Walter Casali, già direttore del Conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza e del Vittadini di Pavia. Gli eventi sono realizzati dal Rotary Club Pavia. «Entreremo nel magico modo dell’opera lirica a partire da Firenze, con l’intenzione degli studiosi della “Camerata de Bardi” di ridare vita alla Tragedia greca – spiega Walter Casali –. Rivivremo poi la prima rappresentazione nel 1598 di Dafne di Jacopo Peri, per attraversare insieme i virtuosismi del periodo barocco, l’Opera seria e l’Opera buffa del Settecento, fino ad arrivare al Melodramma ottocentesco e terminare nel primo Novecento». Non sarà un viaggio per soli appassionati o esperti, anticipa Walter Casali: «Partiremo dalle basi, ascolteremo insieme brani musicali e analizzeremo periodi importanti della nostra storia musicale. Non saranno lezioni, ma tappe di un viaggio alla scoperta dell’opera. Con due appuntamenti speciali: il 21 marzo, pensato per i cento anni dalla morte di Giacomo Puccini, e il 18 aprile, quando scopriremo insieme la vita e la carriera del più famoso soprano della storia dell’opera, Maria Callas». Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, aggiunge: «Siamo felici di ospitare il maestro Walter Casali e ringraziamo il Rotary Club Pavia per la vicinanza alla Casa, che ha già portato alla realizzazione di un concerto e di due gite a Milano per le nostre ragazze. “Viaggio nella musica” è un appuntamento di grande valore culturale ed è l’occasione per accogliere i pavesi nella nostra struttura, che da quasi duecento anni offre la speranza di un futuro migliore a bambine, ragazze e giovani mamme in situazioni di fragilità».

Viaggio nella musica - Casa Cambiagio - Rotary Club Pavia.pdf

 

 


 

 

Casa Benedetta Cambiagio Onlus e la comunità pavese della Congregazione delle Suore Benedettine della Provvidenza ricordano con affetto e stima il vescovo emerito di Pavia Giovanni Giudici, mancato il 18 gennaio 2024. «Monsignor Giudici era una persona colta, competente, vicina. Ha avuto intuizioni brillanti per la città di Pavia e ha sempre dimostrato un’attenzione speciale per Casa Cambiagio – spiega Giuseppe Gallotti, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus dal 2008 al 2020 –. Durante il suo episcopato ha partecipato attivamente alle iniziative della Casa e ha offerto un grande contributo spirituale e culturale nel far conoscere l’opera di Santa Benedetta Cambiagio Frassinello in diocesi. Ha continuato a Pavia il percorso iniziato a Milano dal cardinal Carlo Maria Martini istituendo la “Tavola del Dialogo”: il dialogo con i non credenti era per lui una priorità. Porto con me nel cuore anche le processioni fatte al mattino presto nei sabati di ottobre, dal Ponte Coperto a Santa Teresa. Un appuntamento diventato tradizione per molte persone, in preghiera con i primi bagliori del sole che sorgeva sul Ticino». Una vicinanza a Casa Cambiagio continuata anche da vescovo emerito, come ricorda Paolo Bresciani, presidente di Casa Cambiagio Onlus dal 2021: «Ho incontrato monsignor Giovanni Giudici nel 2008, in occasione della mia nomina a consigliere della onlus. Mi conosceva già perché ero stato nel consiglio dell’Associazione canonica della Casa del Giovane e sapeva che avevo una professione impegnativa. Pensando al mio nuovo incarico mi disse “quando si vuole fare del bene bisogna farlo bene”, un motto caro a Santa Benedetta. Si è sempre interessato alla nostra attività, da Varese ci scriveva e ci ricordava nella preghiera». Suor Germana Marelli, madre generale della Congregazione delle Suore Benedettine della Provvidenza dal 2011 al 2023 e oggi superiora della comunità pavese, aggiunge: «Nel 2008 avevamo celebrato i 150 anni dalla morte di Benedetta, ci furono eventi nella diocesi di Genova e un importante convegno sull’educazione tenutosi nel 2009 a San Michele. Grazie a monsignor Giudici si era creato un ponte tra Genova e Pavia. Ha dimostrato benevolenza verso la Casa, voleva renderla sempre più conosciuta e aperta alla città. Ricordiamo con gratitudine la sua vicinanza spirituale e umana nel 2012 per la morte della direttrice suor Valeria Montrasio, della quale ha celebrato i funerali a San Primo».

 

 


 

 

Servizio civile a Pavia? Casa Benedetta Cambiagio Onlus mette a disposizione 3 posti per il servizio civile 2024. Dove? Nella sede della Onlus, in via San Giovanni in Borgo 7, a pochi passi dal collegio Borromeo. Chi può partecipare? Ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni (compiuti). Quanto è impegnativo? È richiesta una media di 25 ore su 5 o 6 giorni a settimana. Quanto si guadagna a fare servizio civile? Il bando prevede un compenso mensile netto di 507.30 euro, per un periodo di 12 mesi. Quali saranno i compiti dei volontari a Casa Cambiagio? Attività di sostegno ai compiti, attività extrascolastiche e ricreative quali iniziative sportive, attività ludiche, laboratori manuali e artistici, accompagnamenti delle ospiti all’esterno della struttura utilizzando i mezzi pubblici o le auto della comunità. Alcuni volontari potranno inoltre essere coinvolti nella gestione del servizio di accoglienza/portineria. Quali requisiti sono ritenuti prioritari per il servizio civile a Casa Cambiagio? Essere impegnati/e in un percorso di studi/formativo attinente alla sfera educativa, essere in possesso della patente di guida, essere disposti/e a consumare i pasti all’interno della struttura qualora tale momento coincidesse con il turno di servizio, disponibilità anche durante i fine settimana e i festivi, disponibilità a seguire le ospiti durante le gite e le vacanze, buona capacità di lavoro in gruppo, propensione all’ascolto. Entro quando è possibile candidarsi? È possibile candidarsi per il servizio civile entro il 15 febbraio 2024 alle ore 14.00. I giovani selezionati inizieranno il servizio indicativamente da maggio. Per avere più informazioni su Casa Benedetta Cambiagio Onlus è possibile scrivere all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Servizio Civile Universale 2024 a Casa Cambiagio

Pavia, servizio civile 2024 a Casa Cambiagio, la locandina riassuntiva

 

 


 

 

I colori sorprendenti di Van Gogh e i misteri imprevedibili delle illusioni. Durante le vacanze di Natale, grazie al contributo economico del Rotary Club Pavia, Casa Cambiagio ha realizzato il progetto “Me lo merito!”: due giornate a Milano, per visitare due musei. Un premio, anzi un regalo dedicato alle ragazze che negli ultimi mesi hanno mostrato maggiore impegno scolastico e partecipazione alle attività proposte dalla Casa. Martedì 2 gennaio 2024 tappa a “Van Gogh: L'esperienza Immersiva”, a Lampo Scalo Farini. Le nostre ragazze hanno apprezzato in modo particolare la grande sala con le proiezioni a 360° sulla vita e le opere di Van Gogh, ma non solo: al termine della visita, attraverso i visori per la realtà aumentata, hanno viaggiato dentro a otto quadri famosi del tormentato pittore olandese. Giovedì 4 gennaio 2024 tappa al Museo delle Illusioni, in via Settembrini 11: qui le nostre ragazze hanno giocato con le leggi della fisica e si sono divertite a scattare foto nella “stanza rovesciata”. Ma le uscite sono state anche occasione per fare gruppo, per godersi l’atmosfera di Milano, per viaggiare in treno, per mangiare fuori Casa. Le ragazze hanno scelto questi due musei e sono state coinvolte nell’organizzazione delle giornate. Hanno proposto loro dove pranzare e si sono confrontate con le educatrici per scegliere il percorso migliore. Un’esperienza che ci auguriamo di ripetere presto. Grazie al Rotary Club Pavia per la donazione.

Alcune nostre ragazze in posa tra i girasoli di Van Gogh

Attraverso i visori per la realtà virtuale le nostre ragazze viaggiano nei quadri di Van Gogh

La grande sala con proiezioni a 360° dedicate a Van Gogh

Un viaggio dentro la vita e le opere del grande pittore olandese

Alcune ragazze provano il tunnel rotante al Museo delle Illusioni


 

 


 

 

Vogliamo ringraziare il Comune di Pavia: il 20 dicembre 2023, infatti, la Giunta ha deliberato lo stanziamento di 6.500 euro in favore di Casa Benedetta Cambiagio Onlus. La cifra fa parte di un pacchetto di aiuti destinati dal Comune ad alcune realtà cittadine che svolgono un’attività caratterizzata da: «Un alto valore sociale, morale, meritevole di attenzione e condivisione, perché preordinata a valorizzare e dare concreta applicazione ai principi di sussidiarietà orizzontale, solidarietà e collaborazione con Enti, Istituzioni e soggetti terzi». Questo contributo aiuterà a coprire alcune delle tante spese che ogni giorno Casa Cambiagio sostiene per garantire accoglienza e attività alle nostre ragazze.

 

 


 

Giovedì 4 gennaio 2024 l’avvocato Maurizio Niutta e gli amici di “Quelli che credono nel Natale tutto l’anno” hanno donato a Casa Cambiagio calze della Befana, dolci vari e salmone affumicato. Durante la consegna sono stati accolti da suor Béathe Ntakirutimana, direttrice della Casa, e Daniela Naita, direttrice educativa. Tutti i doni sono stati distribuiti alle nostre ospiti, che ora si stanno godendo le ultime ore di vacanza prima del rientro a scuola. Abbiamo sentito la città particolarmente vicina alla Casa in queste feste: desideriamo ringraziare di cuore i pavesi per la vicinanza e la generosità.

“Quelli che credono nel Natale tutto l’anno” hanno portato doni a Casa Cambiagio per l'Epifania

Leggi la notizia:

La Provincia Pavese: “Le calze della Befana pronte per 500 famiglie

 

 


 

 

«In questa Casa la vita germoglia. Le educatrici, le suore, il personale amministrativo, i volontari: ogni presenza qui collabora nell’opera di far rigermogliare la vita». Lo ha detto martedì 19 dicembre 2023 monsignor Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia, celebrando la Messa di Natale nella chiesa di Casa Cambiagio. «Santa Benedetta Cambiagio Frassinello ha sempre puntato tutto su  Dio – ha detto il vescovo –, ed è Dio che ha operato attraverso la storia di questa giovane donna. Ci sono tante persone che passando da Casa Cambiagio hanno iniziato a rigermogliare nella loro umanità, nonostante fatiche e sofferenze. Chiediamo a Santa Benedetta Cambiagio Frassinello il dono di stupirci sempre di fronte alla vita che rinasce». Al termine della Messa le ospiti della Casa, i membri del consiglio di amministrazione di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, le educatrici, i volontari e le suore Benedettine della Provvidenza si sono ritrovati nel salone dedicato a suor Valeria Montrasio per cenare insieme. Alle ragazze è stato presentato un progetto speciale, dal titolo "Me lo merito": un vero e proprio regalo da gustare durante le vacanze natalizie, tutti i dettagli saranno svelati sul nostro sito nelle prossime settimane. Guidate da suor Pétronille, alcune ragazze avevano allestito  una recita di Natale, che hanno messo in scena nel salone. Dopo la recita sono stati consegnati alle ragazze e alle mamme i cioccolatini donati dal direttore del Carrefour di Pavia e i pacchetti donati da L’Erbolario, che ha spedito due prodotti cosmetici per ciascuna delle nostre ospiti. Durante la cena sono stati offerti alcuni panettoni al cioccolato donati per Natale alla Casa da Galbusera. Casa Benedetta Cambiagio Onlus ringrazia ancora gli amici della Casa per la generosità e augura a tutti un buon Natale.

Il vescovo Corrado Sanguineti ha celebrato la Messa di Natale nella chiesa di Casa Cambiagio
Alla Messa di Natale hanno partecipato i membri del cda, le suore, alcune ragazze con le loro educatrici e i volontari
La Messa di Natale è stata animata dalle suore Benedettine della Provvidenza
L'Erbolario Lodi ha donato a Casa Cambiagio una scatola con due prodotti cosmetici per ognuna delle ospiti della struttura
Galbusera ha donato a Casa Benedetta Cambiagio Onlus 25 panettoni al cioccolato per Natale
Anche il sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi è passato da Casa Cambiagio per gli auguri di Natale


 


 

 

Il nostro albero di Natale circondato da una distesa di regali. È questa l’immagine che meglio racconta la Festa di Natale di sabato 16 dicembre 2023. Già pochi minuti prima delle 16, con il portone ancora chiuso, diverse persone si sono ritrovate in via San Giovanni in Borgo con tanti pacchetti per le nostre ragazze. Da subito sono iniziate le visite guidate alla struttura, che hanno suscitato grande curiosità, poi tutti i visitatori si sono spostati in chiesa per ascoltare il concerto di Francesco Barosi, violoncellista. La chiesa di Casa Cambiagio era piena: sono state aggiunte due file di sedie e non sono bastate. Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, ha dato il benvenuto ai presenti. Suor M. Germana Marelli, superiora, ha raccontato brevemente i momenti più significativi legati a Pavia dell’opera di Santa Benedetta Cambiagio Frassinello. Anna Zucconi, assessore ai servizi sociali del Comune di Pavia, ha aggiunto: «Vedo tra il pubblico rappresentanti di altre realtà del territorio dedicate all’accoglienza, è bello riconoscere questa rete di solidarietà». Presente anche Chiara Valsini, assessore all’istruzione del Comune di Pavia. Il concerto di Francesco Barosi è stato introdotto da Elisa Bracco, responsabile del Centro di Musica Antica del Ghislieri, che ha auspicato future collaborazioni con Casa Cambiagio. L’esibizione di Francesco Barosi è stata molto apprezzata e ha strappato un lungo applauso. Al termine del concerto, nel salone Suor Valeria Montrasio, le nostre ragazze e le suore Benedettine della Provvidenza hanno offerto a tutti i presenti tè caldo, cioccolata e biscotti. Vogliamo dire grazie a Pavia per aver risposto con tanto entusiasmo e generosità al nostro invito. Questa Festa di Natale aperta alla città diventerà una tradizione per Casa Cambiagio. Buon Natale!

 

Un gruppo di visitatori alla scoperta della struttura foto di Paolo Torres

La chiesa di Casa Cambiagio piena per il concerto di Francesco Barosi

L'albero di Natale circondato dai regali portati dai pavesi

Leggi la notizia:

Il Giorno: "Biglietti d’auguri e regali alle ospiti di Casa Cambiagio"



 

 

Mercoledì 12 dicembre 2023 Daniele Venuti, direttore del centro commerciale Carrefour di Pavia, ha consegnato a Casa Cambiagio 35kg di cioccolatini come dono di Natale per le ospiti della struttura. Il direttore, accolto dal presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, dalle direttrici e dalla superiora della comunità pavese delle Suore Benedettine della Provvidenza, ha visitato Casa Cambiagio e ha dato la propria disponibilità a future collaborazioni in favore delle nostre ragazze.

Casa Cambiagio ha accolto Daniele Venuti, direttore del Carrefour di Pavia

Daniele Venuti ha donato alla Casa 35kg di cioccolatini per il Natale delle ospiti

 

 


 

 

«La comunità cristiana ha una storia ricca di cammini educativi, nonostante ombre e limiti, da sempre si dedica alla crescita delle giovani generazioni e ha generato figure bellissime di educatori e educatrici, anche nella nostra Chiesa di Pavia: pensiamo a Santa Benedetta Cambiagio Frassinello alla metà dell’Ottocento e in tempi più vicini a noi al Servo di Dio Don Enzo Boschetti». Così monsignor Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia, durante l’omelia del pontificale per la solennità di san Siro, patrono della città e della diocesi. Nel suo lungo messaggio alla città, tutto incentrato sull’educazione, il vescovo Corrado ha ricordato anche: «L’adulto inesorabilmente educa per quello che è, per la testimonianza vissuta e per la comunicazione di ciò che ha scoperto come bene e come possibilità di vita. Educare è accompagnare il cammino di chi è più giovane, condividendo con lui tempo, essendo disponibili all’ascolto, guardando con passione e stima il cuore del ragazzo, e in tutto questo offrendo un’ipotesi di significato che permetta di affrontare con positività l’esistenza, con le sue domande, le sue esigenze e le sue sfide. I grandi educatori nella vita della Chiesa sono stati uomini e donne che hanno investito tempo e passione per stare con i ragazzi e i giovani, per ascoltarli, per guardarli – perché il loro primo bisogno è sentirsi guardati e persi sul serio – e per accoglierli». Alla celebrazione in duomo hanno partecipato anche Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, suor M. Germana Marelli, superiora della comunità pavese delle Suore Benedettine della Provvidenza, una volontaria e una giovane ospite della Casa. Insieme al sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi e al rappresentante dei commercianti pavesi Pietro Ferretti, la delegazione di Casa Cambiagio ha portato all’altare i doni durante l’offertorio. Al termine della celebrazione, sono stati consegnati al presidente e alla superiora i panini di San Siro per tutte le ospiti di Casa Cambiagio.

 

 


 

 

Coinvolgere la città per condividere la gioia del Natale. Sabato 16 dicembre 2023, dalle ore 16, il portone di Casa Cambiagio si apre per accogliere i pavesi. «Sarà l’occasione per scambiarsi gli auguri di Natale, per visitare una struttura che opera in città da quasi duecento anni, per far sentire alle ospiti della Casa l’affetto e il sostegno della città – spiega Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus –. La nostra realtà ha bisogno dell’amicizia dei pavesi e delle tante realtà del territorio». Per questo, Casa Benedetta Cambiagio Onlus lancia una proposta ai pavesi: portare un piccolo pensiero per le nostre ragazze, accompagnato da un biglietto d’auguri. È un modo per far sentire alle giovani che vivono in questa struttura che la città le pensa, che idealmente fa il tifo per loro. I regali e i biglietti di auguri donati saranno poi distribuiti e aperti la mattina del 25 dicembre. Alle ore 16.30, nella chiesa di Casa Cambiagio, si terrà un concerto a cura del Centro di Musica Antica del Collegio Ghislieri con l’esibizione di Francesco Barosi, violoncellista. «Sono particolarmente felice che si rinnovi la collaborazione con la Casa Benedetta Cambiagio, segno del forte legame tra il Centro di Musica Antica Ghislieri e il suo territorio – commenta Giulio Prandi, direttore artistico e fondatore di Coro e Orchestra Ghislieri –. A portare la musica alla Comunità, con il suo messaggio universale di pace e bellezza, sarà quest’anno Francesco Barosi, un giovanissimo quanto talentuoso violoncellista pavese che seguiamo con attenzione e sosteniamo già da molti anni». Francesco Barosi eseguirà di J.S. Bach – Suite n.1 per violoncello e la Suite n. 3 per violoncello. E di P. Hindemith la Sonata per violoncello solo. Al termine del concerto le ragazze e i volontari della Casa offriranno una merenda ai presenti. Durante il pomeriggio sarà possibile partecipare ad alcune visite guidate alla struttura, accompagnati dal personale di Casa Benedetta Cambiagio Onlus e dalle ospiti.

Vedi la locandina della Festa di Natale a Casa Cambiagio


Leggi il comunicato stampa dell’evento

 

 


 

 

Venerdì 1° dicembre 2023 alle ore 21 Suor Béathe Ntakirutimana, direttrice di Casa Cambiagio, è intervenuta all’evento “Carità 2.0 – Sguardi di accoglienza alla vita”, svoltosi nelSalone del Sacro Cuore. La tavola rotonda è stata organizzata nell’imminenza dell’inaugurazione delle nuove sedi del Consultorio familiare Pavia Onlus e del CAV (Centro Aiuto alla Vita). Presenti i rappresentanti di alcune realtà pavesi dedicate all’accoglienza: Carla Torselli per l’Anffas, don Franco Tassone per la Caritas, Francesco Amati per la Casa di Accoglienza di Belgioioso, Lucia Braschi per la Casa del Giovane, Maria Benotti per la Comunità di Sant’Egidio, Nausicaa Ciniglio e Antonio Cirillo per Oasi Betlemme. Abbiamo l’impegno quotidiano di camminare controcorrente – ha spiegato suor Béathe, presentando l’opera di Casa Cambiagio –. Le giovani che ospitiamo vengono da contesti difficili, dolorosi, hanno bisogno di riferimenti forti, credibili. Per educare bisogna esserci. Come diceva la nostra fondatrice, Santa Benedetta Cambiagio Frassinello, “Non basta fare le cose, bisogna anche farle bene”». La serata è stata moderata da Gianni Mussini, volontario CAV e Consultorio, sono intervenuti anche Maria Pia Sacchi, presidente CAV, e Sandro Assanelli, presidente Consultorio. Il servizio fotografico dell’inaugurazione delle nuove sedi (che si è tenuta sabato 2 dicembre) è stato affidato a due ragazze ospiti di Casa Cambiagio, che hanno dimostrato particolare interesse e talento per la fotografia.

 

L’intervento di suor Béathe alla tavola rotonda

 


 

 

Grande successo per “Pomeriggio in versi”, evento che si è tenuto venerdì 1° dicembre dalle 17 nel salone suor Valeria Montrasio. Ad accogliere il numeroso pubblico Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, e suor M. Germana Marelli, già madre generale delle suore Benedettine della Provvid«Questa Casa offre un contributo insostituibile alla città»,ha detto Chiara Valsini, assessore all’istruzione del Comune di Pavia. L’evento si è aperto con la presentazione di “Eco di passi”, libro di poesie dell’autrice pavese Angela Testa, il cui ricavato viene devoluto interamente a Casa Benedetta Cambiagio Onlus. Simona Rapparelli, giornalista de il Ticino, ha moderato l’incontro e al termine dell’evento ha lanciato un appello ai presenti: «Sosteniamo Casa Cambiagio. Sono entrata stasera per la prima volta in questa struttura così antica, camminando per Casa Cambiagio ci si rende conto che se Pavia è bella lo è grazie a chi tiene vive realtà come questa». Le ragazze ospiti della Casa hanno offerto a tutti i presenti la merenda e sono rimaste a lungo a parlare con Angela Testa: le hanno chiesto di tornare a fare volontariato alla Casa e si sono fatte firmare alcune copie del libro. Simona Rapparelli ha infine annunciato la Festa di Natale di Casa Cambiagio: sabato 16 dicembre dalle ore 16 il portone si aprirà per accogliere i pavesi, che sono invitati a portare un piccolo dono per le ragazze ospiti. Alle 16.30 concerto di Francesco Barosi, violoncellista del Centro Musica Antica Ghislieri.

Pomeriggio in versi, il saluto di Chiara Valsini, assessore all'istruzione del comune di Pavia


 

 


 

Al via la collaborazione con Unitre Pavia: venerdì 1° dicembre 2023 il corso “Atelier d'artista”, a cura della docente Ada Eva Verbena, si è svolto a Casa Cambiagio. «Siamo felici di accogliervi in questa struttura che si prepara a festeggiare i duecento anni di vita – ha detto Paolo Bresciani, presidente di Casa Benedetta Cambiagio Onlus, accogliendo i corsisti –. La nostra Casa ha bisogno della vostra presenza e della vostra amicizia, vi aspettiamo anche ai nostri prossimi eventi». A dare il benvenuto anche suor Béathe Ntakirutimana, direttrice della Casa, e Daniela Naita, direttrice educativa. Ada Eva Verbena ha commentato: «Sono felice di essere in questa struttura nel cuore di Pavia, mi sento in un ambiente bello e sano. La nostra arte ha a che fare con la spiritualità, le energie che percepiamo poi le veicoliamo nelle nostre creazioni, è bello ritrovarsi a creare qui».


L’accoglienza dei corsisti dell’Unitre

 


Una pausa per rifocillare il corpo e lo spirito. Un momento di condivisione fatto di poesie e dolci. È
questo l’obiettivo di “Pomeriggio in versi”, in programma venerdì 1° dicembre 2023 alle ore 17 a Casa
Cambiagio, in via San Giovanni in Borgo 7, sala Suor Valeria Montrasio. L’evento si aprirà con la
presentazione di “Eco di passi”, il nuovo libro di poesie di Angela Testa, edizioni Il Saggio. A moderare la presentazione Simona Rapparelli, giornalista de Il Ticino. Al termine della presentazione, saranno offerti a tutti i presenti tè caldo e biscotti preparati dalle ospiti di Casa Cambiagio.
«Tanti anni fa avevo fatto volontariato a Casa Cambiagio – racconta Angela Testa –, facevamo diversi
laboratori per le ragazze. Quando Marco Benazzo, primario di Otorinolaringoiatria e membro del
consiglio di amministrazione della Onlus, mi  ha proposto di devolvere alla Casa il ricavato del mio nuovo libro ho accettato subito con grande gioia».
Il primo dicembre chi lo desidera potrà acquistare il libro di Angela Testa: per volere dell’autrice, tutto il ricavato della vendita andrà a Casa Benedetta Cambiagio Onlus. Nella sala dedicata a suor Valeria
Montrasio, dove si svolgerà “Pomeriggio in versi”, saranno esposti anche alcuni quadri realizzati da
Angela Testa: opere nate assieme alle poesie, immagini che evocano ricordi, sensazioni e aiutano a
immergersi nei testi. Saranno presenti anche alcuni pannelli storici che raccontano la storia di Casa
Cambiagio e il forte legame fra Santa Benedetta Cambiagio Frassinello e la città di Pavia.


Sabato 25 novembre 2023 una delegazione del Lions Club Pavia Regisole ha fatto visita a Casa Cambiagio per inaugurare le nuove cucine e i mobili da soggiorno donati agli appartamenti che ospitano le giovani mamme con bambini.
«Il risultato è molto oltre le nostre aspettative, siamo davvero felici di aver contribuito in modo concreto per questi appartamenti – ha commentato Andrea Brusoni, ex presidente del Club, che aveva avviato il progetto di solidarietà due anni fa –. Abbiamo conosciuto una realtà bella, desideriamo supportarvi ancora nelle necessità delle vostre ospiti». Presenti anche Sandro Spadaro, attuale presidente del Club, e Daniela Preda, responsabile dei progetti del Club. Il Club si è messo a disposizione della Casa per future collaborazioni.
Paolo Bresciani, presidente di casa Benedetta Cambiagio Onlus, ha ringraziato: «Casa Cambiagio ha bisogno delle donazioni, degli aiuti materiali, ma anche dell’amicizia delle realtà pavesi. Vogliamo far sentire alle nostre ospiti la vicinanza della città». A guidare la visita alla struttura anche Suor Béathe Ntakirutimana, direttrice della casa, e suor Germana Marelli, superiora della comunità pavese delle Benedettine della Provvidenza, la congregazione fondata da Santa Benedetta Cambiagio Frassinello.

 


Accesso gratuito a tutte le ospiti di Casa Cambiagio e alle educatrici o volontari che le accompagnano. È quanto ha stabilito il Sistema museale d’ateneo per favorire la partecipazione attiva delle ospiti della Casa alle attività culturali offerte dai tanti musei universitari presenti in città.
Casa Benedetta Cambiagio Onlus opera a Pavia dal 1826, quando santa Benedetta Cambiagio Frassinello iniziò ad accogliere le ragazze sole, provenienti da contesti di povertà e fragilità, per offrire loro la speranza di un futuro migliore. L’opera continua senza sosta dal 1826 e nel 2026 festeggerà il bicentenario della fondazione.
L’idea di una collaborazione con il sistema museale dell’ateneo pavese è nata da Daniela Naita, direttrice educativa della Casa, che spiega: «Volevamo offrire un’opportunità in più alle nostre ragazze, siamo molto felici che l’università di Pavia abbia accettato la nostra proposta. Pochi giorni fa alcune nostre ospiti hanno visitato il museo Kosmos e sono tornate entusiaste. L’accesso ai musei si unisce alle tante attività che già proponiamo alle ragazze per il loro tempo libero».
Una giovane ospite di Casa Cambiagio racconta: «Siamo andate al museo Kosmos con le nostre educatrici, quando siamo arrivate mi sono detta: che meraviglia. Mi è piaciuto un sacco, non avevo mai visto niente di così meraviglioso. C’erano statue stupende di persone, animali e tante altre cose, è stata la prima volta che vedevo delle opere così belle e colorate».


Tutto esaurito e oltre. Anche la luna si è affacciata nel cortile di Casa Cambiagio, forse incuriosita dall’atmosfera di festa che saliva fino al cielo. Vogliamo dire grazie a tutte le persone che hanno partecipato all’evento “A proposito di Pavia”: avete reso la serata speciale. Non la dimenticheremo. Vogliamo ringraziare Silvio Negroni, accompagnato al clarinetto da Vittorio Perotti, per le canzoni che ci hanno fatto ricordare e riscoprire il volto più genuino di Pavia e Davide Ferrari per la recitazione e la poesia. Grazie a Walter Casali, socio del Rotary Club Pavia, per la consulenza musicale, Claudio Cantoni per le luci, Gianni Michelini per la grafica, lo studio di ingegneria Calvi per gli adempimenti in merito alla sicurezza. Grazie al Comune di Pavia per averci concesso il patrocinio. Il concerto "A proposito di Pavia" è stato un viaggio nella storia della città, è stato come camminare indietro nel tempo per le sue viuzze longobarde. Passi che anche Santa Benedetta Cambiagio Frassinello ha percorso. Grazie a suor Annarita, madre generale delle Suore Benedettine della Provvidenza, per la sua presenza e le sue parole di affetto per le ospiti di Casa Cambiagio. Ha ragione: le bambine, le ragazze e le mamme che vivono qui sono un dono per la comunità. Grazie ad Anna Zucconi, Assessore ai Servizi sociali del Comune di Pavia, e a monsignor Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia. Le loro parole di stima per Casa Benedetta Cambiagio Onlus e il loro invito alla città a sostenere questa opera sono preziose. Un pensiero speciale alle nostre ragazze: hanno aiutato ad allestire il cortile, hanno accolto il pubblico e soprattutto hanno condiviso l’entusiasmo per la serata. I loro sorrisi tra le note sono per noi la gioia più grande. Camminiamo insieme verso il 2026, quando festeggeremo i 200 anni dalla fondazione dell’opera.
Leggi la notizia
La Provincia Pavese: "Silvio Negroni stasera sul palco per festeggiare Casa Cambiagio"
Il Giorno: "Casa Benedetta Cambiagio a Pavia: 200 anni di aiuto alle donne"
Radio Gold: "Casa Benedetta Cambiagio Pavia: un evento speciale per il 200° anniversario"
Vedi il servizio
Milano Pavia TV: "Pavia, l'impegno di Casa Cambiagio: in aumento le richieste di accesso"

Il 29 settembre 1828, grazie alla generosità di Angelo Domenico Pozzi, benefattore pavese, Santa Benedetta Cambiagio Frassinello entrava per la prima volta nel palazzo di Via San Giovanni in Borgo: qui offriva una casa alle ragazze sole di Pavia, a chi rischiava di finire vittima della strada e della povertà.
Da quasi duecento anni Casa Benedetta Cambiagio Onlus porta avanti il sogno di Benedetta e il 29 settembre, in occasione di questo anniversario speciale, invita i pavesi al concerto “A proposito di Pavia”, con Silvio Negroni dei Fiö dla Nebia, che sarà accompagnato al clarinetto da Vittorio Perotti.
Sarà una serata dedicata a Benedetta, a Pavia, a Casa Cambiagio, a chi è stata ospite della Casa e a chi lo è oggi.
L’ingresso, dal portone di via San Giovanni in Borgo civico 5, è a offerta libera. Sarà possibile entrare fino a esaurimento posti.

Per prenotare il tuo posto clicca qui

 

 


 

 

 

Celebrazioni in Duomo Santa Benedetta Cambiagio

Il 10 maggio la diocesi di Pavia celebra la memoria di Santa Benedetta Cambiagio Frassinello. In duomo Santa Benedetta è stata ricordata durante le Messe della giornata. Ecco il testo della testimonianza offerta da Casa Cambiagio: "Chi è Benedetta? È una santa che può sembrare lontana nel tempo, la sua vicenda si svolge nella prima metà del 1800, ma in realtà è tanto vicina a noi.
È vicina perché, quando nel 1826 ha iniziato la sua opera, portata avanti ancora oggi dalla Onlus e dalle Suore Benedettine della Provvidenza, ha cercato di dare risposta al disagio sociale, salvando bambine e ragazze dalla strada, dalla povertà e dallo sfruttamento. La sua strada di promozione della dignità umana è attualissima oggi, perché il disagio ha cambiato il proprio volto ma continua a estendersi, in modo particolare fra i giovani.
Benedetta è vicina a noi anche per la sua vicenda personale: è una ragazza povera, abituata a lavorare tanto e a fare sacrifici. Si sposa nella basilica di San Michele con Giovanni Battista Frassinello, insieme aprono un negozio di frutta e verdura in Strada Nuova. Dopo due anni di matrimonio Benedetta chiede a Giovanni di fare insieme voto di castità: lui accetta e le rimane accanto fino alla fine in questa nuova vita, che è in realtà vita nuova.
Perché chiedere l’intercessione di Benedetta oggi? Perché ha saputo riconoscere la propria vocazione e portarla a compimento nonostante ostacoli, umiliazioni, ferite. Santa Benedetta Cambiagio Frassinello è una santa contemporanea, tanto attuale che sembra di intravederla ancora oggi lungo via San Giovanni in Borgo, mentre accompagna le sue ragazze verso un futuro migliore."

 

 


 

 



Il 29 settembre del 1828 Benedetta Cambiagio Frassinello entrava per la prima volta nel palazzo di via San Giovanni in Borgo, a Pavia. Qui apriva il portone della struttura a tutte le giovani che rischiavano di finire vittime della povertà, dello sfruttamento, della strada. Quasi duecento anni dopo, Casa Benedetta Cambiagio Onlus continua ad accogliere bambine e giovani donne in difficoltà per offrire loro aiuto, assistenza e formazione. Per prepararle a un futuro migliore.

Le storie di Benedetta e di Casa Cambiagio saranno le protagoniste del convegno “L’attualità del pensiero socio-educativo di Benedetta Cambiagio Frassinello”, che si terrà sabato 6 maggio 2023 alle ore 10 nella Sala Bianca del Collegio Borromeo. Al convegno interverranno il dottor Paolo Bresciani, presidente di Casa Cambiagio Onlus, monsignor Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia, la professoressa Renata Crotti, docente dell’università di Pavia, suor M. Germana Marelli, madre generale dell’Istituto delle Suore Benedettine della Provvidenza, la professoressa Maria Assunta Zanetti, docente dell’università di Pavia e membro del consiglio di amministrazione della Casa. Al termine del convegno, visita guidata di Casa Cambiagio. (Locandina dell'evento)

 

Leggi la notizia
Diocesi di Pavia: “Benedetta Cambiagio Frassinello: una storia da (ri)scoprire”
AgenSir: “Bambine e ragazze in difficoltà: Pavia, sabato 6 maggio il convegno “L’attualità del pensiero socio-educativo di Benedetta Cambiagio Frassinello”
Diocesi di Pavia: "Casa Benedetta Cambiagio: oltre 200 persone al convegno dedicato alla Santa e alla sua opera per le ragazze in difficoltà"

 

Vedi il servizio
Milano Pavia TV: "Pavia, Casa Cambiagio riapre le porte alla città con un convegno al Borromeo"
Guarda le immagini piu' belle del 6 Maggio
Video Convegno 6 Maggio 2023

 

 

Il sito usa cookies, navigando o premendo Agree accettate implicitamente la policy, per informazioni cliccate privacy policy di seguito. This site uses cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk