headerphoto
L'alloggio esterno per l'autonomia avanzata

 

 

L’ALLOGGIO ESTERNO AUTONOMIA AVANZATA “STELLA”



Finalità di questa struttura educativa residenziale é quella di offrire alle ospiti della Cambiagio che raggiungono la maggiore età un accompagnamento “protetto” verso l’autonomia adulta, in un ambito esterno alla comunità, per il completamento di progetti di formazione già iniziati negli AA interni alla comunità stessa e riguardanti principalmente il campo scolastico e lavorativo.

La ricerca di un lavoro stabile e di un alloggio rappresentano infatti problemi difficilmente superabili, in modo particolare per ragazze che non hanno un contesto familiare ed una rete sociale in grado di supportarle.

L’appartamento dedicato si trova in Corso Garibaldi, vicino alla sede della Benedetta Cambiagio, e può ospitare due ragazze.

Gli obiettivi fondamentali di questa unità d’offerta sono:

  • l’acquisizione di competenze relazionali da mettere in atto all’esterno della Comunità, in modo particolare in ambito lavorativo;

  • la capacità di programmare la propria vita tenendo conto di impegni, doveri e responsabilità;

  • la capacità di organizzare la propria giornata armonizzando i tempi di lavoro/studio e di vita personale;

  • la pianificazione della gestione della casa e del denaro.

 

L’inserimento nella nuova struttura avviene con il sostegno costante di un’educatrice di riferimento che ha la funzione di monitorare le abilità messe in atto e confrontarsi su decisioni di particolare importanza riguardanti lo studio, la ricerca della casa e del lavoro.

Le ragazze, ospiti dell’appartamento, devono dichiarare la propria disponibilità alla proposta residenziale ed impegnarsi a sottoscrivere e rispettare l’apposito regolamento interno predisposto dalla comunità.

Nei casi in cui esista un prosieguo amministrativo da parte del comune di riferimento delle ragazze, si concorda con il servizio sociale il progetto di accoglienza con i relativi tempi ed obiettivi.



Le dimissioni dal servizio avvengono a seguito del raggiungimento degli obiettivi

previsti: la conclusione degli studi, l’inserimento nel mondo del lavoro, l’autonomia

abitativa; di regola il tempo previsto non è superiore ad un anno.

Possono essere decise le dimissioni anticipate nel caso in cui non venga rispettato,

da parte della ragazza, il regolamento educativo legato al progetto di autonomia.