headerphoto
Gli standard e gli obiettivi di qualità

 

La Casa Cambiagio è fortemente impegnata nel migliorare continuamente la qualità dei propri servizi per renderli sempre più rispondente ai bisogni degli ospiti e delle loro famiglie e per migliorarne l’efficienza e l’efficacia.

 

La politica della qualità della comunità pone al centro del processo di erogazione l’utente diretto, ma considera soggetti attivi e fondamentali anche tutti coloro che intervengono nell’erogazione e fruizione del servizio.

 

Gli standard di qualità rappresentano i livelli che ha raggiunto il servizio; forniscono infatti informazioni qualitative e quantitative, attraverso le quali si può misurare e valutare il servizio, anche confrontando quanto programmato e quanto realizzato operativamente.

 

Di seguito sono individuati gli obiettivi della qualità, ovvero gli aspetti caratteristici attraverso i quali è possibile analizzare e declinare i servizi erogati dalla comunità.

 

Ciascun obiettivo viene descritto da specifici indicatori, che a loro volta sono misurati da uno o più standard che individuano il livello minimo che la comunità si impegna a garantire.

 

 

Obiettivi

 

 

Indicatori

 

 

Standard

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualità professionale

 


 


 

 

Formazione e aggiornamento

 

 

Tutti gli educatori seguono un minimo di 20 ore di formazione/aggiornamento all’anno, mentre la direttrice educativa e le altre figure con ruoli di coordinamento svolgono un minimo di 50 ore di formazione annua.

 

 

Continuità

 

dell’assistenza

 

 

Il turn-over degli educatori viene misurato e monitorato periodicamente.

 

Le sostituzioni del personale assente per malattia o ferie sono affidate a educatori con la medesima qualifica e/o titolo.

 

 

Titoli e qualifiche

 

 

Tutti gli educatori sono in possesso del titolo di studio o della qualifica richiesti.

 

 

Rapporto numerico

 

educatori/ospiti

 

 

Il rapporto numerico educatore/ospite previsto dai requisiti organizzativi regionali è ampiamente rispettato.

 

 

Supervisione

 

 

Tutti gli operatori partecipano alle riunioni operative programmate ed usufruiscono del supporto e delle supervisioni specialistiche.

 

 

Nuove assunzioni

 

 

Tutti gli operatori neoassunti sono inizialmente affiancati agli operatori con più esperienza e ricevono in apposito contenitore tutti i vari regolamenti interni predisposti dalla comunità.

 

 

Condizioni sanitarie

 

 

Tutti gli operatori sono in possesso di idoneità sanitaria.

 

 

Composizione del Personale

 

 

Sono presenti: una direttrice responsabile del settore educativo, operatori con funzioni educative, consulenti con competenze psicologiche e psicoterapeutiche per formazione

 

e supervisione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualità educativo- relazionale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Valutazione e analisi della domanda

 

 

Il servizio richiedente invia una relazione sociale e psicologica sul minore e sul nucleo familiare.

 

La direttrice del settore educativo fa una valutazione iniziale della domanda di inserimento con gli educatori coinvolti.

 

Le domande ritenute accettabili vengono analizzate dalla commissione di direzione per la definitiva approvazione.

 

L’equipe della comunità riceve il PEI dal servizio inviante, effettua colloqui con lo stesso e, se opportuno e possibile, anche con il minore e/o con i familiari.

 

 

Definizione e condivisione del progetto educativo

 

 

L’équipe effettua almeno un colloquio con il servizio inviante per l’individuazione degli obiettivi educativi.

 

L’équipe valuta la situazione del minore durante il periodo di inserimento e di osservazione; di seguito definisce il Progetto Educativo Individualizzato (PEI).

 

Il progetto viene condiviso con il servizio. Inviante ogni volta che cambiano gli obiettivi e comunque almeno una volta ogni sei mesi.

 

Il progetto viene condiviso con il minore dopo il periodo di osservazione iniziale.

 

 

Monitoraggio e valutazione

 

 

Giornalmente viene compilato da parte degli educatori il Diario di bordo, approfondito poi settimanalmente dall’équipe.

 

Sono inoltre monitorati i verbali delle riunioni dell’équipe e la compilazione della scheda individuale del minore.

 

Mensilmente sono verificati gli obiettivi prefissati, anche tramite colloqui con il servizio inviante.

 

 

Colloqui con i genitori e con le istituzioni

 

scolastiche

 

 

Si realizzano incontri con i familiari secondo le modalità di relazione proposte dai servizi sociali. Vengono tenuti costantemente rapporti con le

 

strutture scolastiche frequentate dagli ospiti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualità della struttura

 

 

Sicurezza

 

 

Costante è il rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza (DL 626/94, DL 242/ di urbanistica, edilizia, prevenzione incendi e igiene).

 

Sono applicati la normativa vigente in materia di contratto di lavoro (UNEBA) ed i relativi accordi integrativi.

 

 

Codice Etico comportamentale

 

 

Il Codice Etico della comunità costituisce l’insieme dei princìpi la cui osservanza è di fondamentale importanza per il regolare funzionamento, l’affidabilità della gestione e

 

l’immagine della Casa Benedetta Cambiagio.

 

 

Contesto

 

ambientale

 

 

La Casa è ubicata in zona centrale rispetto al

 

contesto urbano.

 

 

Condizioni igieniche

 

 

Gli ausiliari delle pulizie operano per 4 ore giornaliere e si occupano della pulizia ed igiene degli ambienti comuni.

 

Attenta è la cura della biancheria della casa e degli indumenti e biancheria personale.

 

La preparazione e somministrazione dei pasti avviene in collaborazione con le ospiti, sulla base di tabelle dietetiche specifiche.

 

 

Diversificazione

 

degli spazi

 

 

Sono presenti appartamenti riservati ai singoli gruppi e spazi interni comuni e differenziati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualità organizzativa

 

 

Informazione e trasparenza

 

 

Sono disponibili e periodicamente aggiornate la Carta dei Servizi e la bacheca informativa per il personale.

 

 

Pianificazione strategica

 

 

La definizione dei criteri e delle modalità di ammissione e dimissione, dei regolamenti interni, di variazioni organizzative e di innovazioni/sperimentazioni avviene regolarmente tramite il lavoro della commissione di direzione.

 

 

Tempi

 

 

Il tempo di risposta per la disponibilità di posti è di 3 giorni max, una volta ricevuta la documentazione necessaria.

 

Per la risposta a reclami ci si attiene ai tempi di legge (30 gg.) e per la rilevazione della soddisfazione dell’utenza si provvede almeno una volta all’anno.

 

 

Altre prestazioni

 

 

Accompagnamento a scuola, alle attività extrascolastiche e formative, alle attività ludico- ricreative o sportive.

 

Supporto interno alle attività di studio. Organizzazione di occasioni di incontro e scambio con il territorio locale.

 

Organizzazione periodica di eventi collettivi esterni alla comunità, a carattere formativo, ludico-ricreativo, socializzante.

 

Organizzazione dei soggiorni di vacanza. Monitoraggio dei contatti tra il minore e la famiglia, in particolare delle conseguenze sul comportamento prima e dopo tali incontri.

 

Monitoraggio della gestione del denaro. Utilizzo delle risorse territoriali per le prestazioni sanitarie, psicologiche e socio educative.

 

Servizio di trasporto.

 

 

 

 

 

Il sito usa cookies, navigando o premendo Agree accettate implicitamente la policy, per informazioni cliccate privacy policy di seguito. This site uses cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk